Press "Enter" to skip to content

Cos’é un brand e come si crea: guida in 10 step fondamentali

Condividi il post con i tuoi amici o colleghi

Quando penso alle cose buone che ho realizzato nella mia carriera, su tutte, mi viene subito in mente una cosa: il mio brand personale. Circa 20 anni fa, quando ero un giovane talentuoso e ambizioso (anche molto bello a dirla tutta), volevo crescere professionalmente e conoscevo già molto bene l’importanza della comunicazione nella creazione di un progetto di successo. Creare un brand efficace e riconoscibile era senza dubbio il primo passo da fare. Oggi spiegherò, in maniera chiara e semplice (com’é nel mio stile) cos’é un brand e quali sono gli elementi fondamentali per la sua realizzazione in 10 semplici step.

Ecco che inizia la magia!

Cos’é un brand?

Un brand è un nome, un simbolo, un’icona o una combinazione di tali elementi con cui si identificano prodotti e/o servizi di un’azienda e che la differenzia dai competitor. Solo questo? In realtà é l’insieme di tutti gli elementi tangibili (marchio) e intangibili (marca) che un consumatore percepisce quando pensa ad una determinata azienda, tutto ciò che rappresenta e suscita nei consumatori, la reputazione, i valori che comunica e tanto altro ancora. Se dico “Just do it” a cosa pensi? A Nike ovviamente.

Quali sono gli elementi fondamentali nella creazione di un brand?

Si parte da un’attenta analisi del mercato di riferimento in cui descrivi il mercato in cui operi e le esigenze del pubblico target. Individuato il target e i relativi bisogni da soddisfare puoi lavorare alla strategia di comunicazione del brand: dovrebbe includere i canali di comunicazione che utilizzi per raggiungere il tuo pubblico di riferimento, il tipo di comunicazione che intendi implementare e le attività di marketing che puoi avviare. Gli obiettivi devono essere chiari in modo che tutte le parti interessate siano sulla stessa lunghezza d’onda e lavorino per lo stesso risultato finale. Identificare e analizzare i competitor (un’analisi SWOT é sempre da fare, anche sul proprio brand) é un altro step importante che ti aiuta nella creazione di un brand di valore. Vediamo adesso in dettaglio gli altri aspetti fondamentali:

01) Naming e tagline

Il nome del marchio, ovvero il naming, deve essere breve, facilmente riconoscibile e memorabile. Deve essere in linea con il posizionamento del brand e dei suoi valori. La tagline ha il compito, invece, di comunicare la personalità, lo stile, il tone of voice e i valori del brand. Tutto questo in pochissime parole. Una buona tagline contribuisce notevolmente alla memorabilità di un brand. Esempi famosi sono Just do it di Nike, Think Different di Apple e I’m lovin’ it di McDonald’s. La mia tagline, come puoi leggere in alto, é: Talk is cheap. Show me the code.

02) Brand Awareness

La Brand Awareness è il grado di conoscenza di un brand da parte del pubblico di riferimento ed indica la capacità dei clienti di ricordarlo e collegarlo ai suoi prodotti o servizi. E’ un importante indicatore del successo di un’azienda. Va incrementata costantemente facendo un buon lavoro dal punto di vista del marketing.

03) Brand Positioning

Il posizionamento o Positioning del brand è l’immagine che si vuole trasmettere al pubblico e la posizione che il brand intende occupare nel mercato di riferimento. Deve essere differenziato e distintivo rispetto ai concorrenti. La tua posizione deve essere riassunta in poche parole, deve contenere le tre parti essenziali della tua strategia di posizionamento:

  • cosa fa il tuo brand
  • per chi lo fa
  • come lo fa

04) Vision

La visione o vision definisce ciò che il brand aspira ad essere in futuro. Rappresenta il “sogno” da realizzare e che si basa sui suoi valori. La visione del tuo brand è l’impatto che la tua azienda vuole avere sul mondo o sul suo mercato. Dovrebbe servirsi di un messaggio forte e universale.

05) Mission

La missione o mission rappresenta il presente del brand, il piano operativo che il brand vuole intraprendere per raggiungere i propri obiettivi. È, in pratica, come riuscire a realizzare la visione.

06) Promise

La promessa o Promise è l’esperienza che il tuo brand si impegna a offrire. Deve portare valore al tuo cliente e spiegare come i tuoi prodotti o servizi risolvono i loro problemi.

07) Value Proposition

La proposta di valore o Value Proposition descrive i vantaggi che i tuoi clienti si aspettano dall’utilizzo dei tuoi prodotti o servizi. Dovrebbe essere in linea con i loro bisogni e desideri.

08) Brand Values

I valori del brand o Brand Values sono i principi chiave che guidano il funzionamento dello stesso. Definiscono con precisione il modo in cui un’azienda opera e realizza la sua missione. Questi sono i valori che il tuo brand mette in evidenza nella sua comunicazione esterna. Dovrebbero fidelizzare i clienti e consolidare l’immagine e la memorabilità del brand.

09) Tone of Voice

Il tone of voice è il modo in cui il brand si esprime e comunica con il suo target attraverso tutte le sue comunicazioni. Aiuta il brand a differenziarsi dalla concorrenza e a comunicare i propri valori. Riguarda anche il modo in cui vengono percepiti i messaggi del tuo brand. Include cose che potrebbero aiutare a identificare e sviluppare il brand, come ad esempio:

  • identità visiva (logo, tipografia, tavolozza dei colori…)
  • stile comunicativo
  • illustrazioni o suoni

10) Brand identity

La brand identity, come dice la parola, é l’identità del brand e comprende tutti gli elementi visibili e non che compongono un brand e ciò che intende comunicare al target di riferimento. Parte fondamentale dell’identità é quella visuale composta da:

  • logo
  • tipografia
  • palette colori
  • icone
  • illustrazioni
  • musiche e suoni

Il logo in particolare, può essere di diverse tipologie tra cui le più importanti sono:

  • Wordmark/Logotipo (nome del brand scritto con il brand font)
  • Lettermark/Monogramma (Il lettermark è sempre un logo testuale ma basato sulle iniziali del brand piuttosto che dal suo nome completo. Tipo BMW, HBO o CNN)
  • Brandmark/Pittogramma (Il brandmark é un’immagine, un’icona o un simbolo che rappresenta il brand. Alcuni esempi famosi sono lo swoosh della Nike o il panda del WWF)
  • Combination Mark (Come suggerisce il nome, il marchio combinato è formato dalla combinazione di wordmark e brandmark)

Sul mio profilo Behance ci sono alcuni dei brand che ho creato nel tempo. Spero di esserti stato utile con questo post/guida su cos’é e come si realizza un brand. Se non l’hai ancora fatto, aggiungi il blog al feed reader, tornerò presto (speriamo 😀 ) a parlare di brand e brand design. A presto!

Photo credits: Unsplash/Davisuko


Condividi il post con i tuoi amici o colleghi