Realizzare applicazioni Adobe AIR lavorando con Flash



Pubblicato il 6/4/2010 alle 13:45

emawebdesign

Sul blog dell’amico Andrea Pernici trovate un mio guest post dove spiego come esportare applicazioni Adobe AIR da Flash. L’articolo in questione è un tutorial con il quale illustro come realizzare una semplice applicazione AIR che permette di twittare dal desktop.

Ecco il link all’articolo: Come realizzare una semplice applicazione Adobe AIR per twittare dal desktop

p.s sul blog di Andrea trovate in alto a destra le icone sociali per seguirlo via RSS, Twitter e Facebook; vi consiglio di seguirlo emawebdesign

Pubblicato in: ActionScript, Adobe AIR, Flash, News, Programmazione, Software | Nessun commento »

I migliori post della settimana #61

Pubblicato il 4/4/2010 alle 16:11

emawebdesign

Vediamo quali sono stati gli articoli più interessanti di questa settimana:

01) Search Engine Optimization: ecco la piramide

02) Software per social network: Buddypress, PhpFox, ELGG

03) Come costruirsi un’ottima mailing list in 8 mosse

04) PHP Template Inheritance: un template engine semplice e pratico

05) L’Italia sarà il prossimo “Cigno Nero” del Web

Pubblicato in: Migliori post della settimana | Nessun commento »

Blogging: come puoi fare la differenza online?

Pubblicato il 2/4/2010 alle 10:13

Vi segnalo il mio nuovo guest post pubblicato su Blographik, argomento dell’articolo questa volta il blogging:

Blogging: come puoi fare la differenza e catturare l’attenzione del lettore?

Buona lettura, vi aspetto su Blographik emawebdesign

Pubblicato in: Blog, News | Nessun commento »

Gundam disegnato con Microsoft Excel

Pubblicato il 31/3/2010 alle 16:29

Non ho mai avuto simpatia per Microsoft Excel devo ammetterlo. Per eseguire calcoli matematici/statistici, piuttosto che usare Excel, mi realizzavo un piccolo software che eseguiva la funzione di cui avevo bisogno fornendomi una comoda interfaccia.

Oggi voglio presentarvi un video dove, per disegnare il robot Gundam, viene utilizzato Illustrator…anzi Fireworks…anzi Photoshop…cavolo, viene utilizzato Excel!!! emawebdesign

I programmi di grafica sono strumenti davvero potenti ma, come dico sempre, la differenza la fa chi utilizza questi strumenti, non gli strumenti stessi. Non si diventa artisti frequentando un corso di Photoshop o imparando ad utilizzare le sue funzioni principali emawebdesign

Dopo questa “perla” di saggezza emawebdesign , ecco il video:

Pubblicato in: Grafica, News, Software, Video | Nessun commento »

I migliori post della settimana #60

Pubblicato il 28/3/2010 alle 15:43

emawebdesign

Di seguito i post più interessanti di questa settimana:

01) Il nuovo WordPress 3.0: ecco le novità

02) Come creare link nel modo corretto

03) Opera Mini per iPhone: 5 volte più veloce di Safari!

04) Il Business Plan per fare impresa

05) SEO: Joomla meglio di WordPress, non ci credi?

06) PHP: leggere un file csv

07) Licenza MIT e Creative Commons: compatibili?

08) Lo scenario del Search Marketing 2010

Pubblicato in: Migliori post della settimana | Nessun commento »

jMapping: utilizzare le Google Maps tramite un plugin di jQuery

Pubblicato il 24/3/2010 alle 15:55

emawebdesign

Oggi ti suggerisco un metodo davvero comodo per integrare le Google Maps in una pagina web: jMapping

jMapping è un plugin di jQuery che ti permetterà di integrare comodamente e velocemente una mappa in una pagina web, vediamo come. jMapping dipende dai plugin jQuery.metadata, MarkerManager e MapIconMaker, trovi i link a questi plugin nella home page di jMapping; scarica i plugin e includili nella tua pagina web insieme alle librerie jQuery e, ovviamente, jMapping:

<script type="text/javascript" src="jquery.js"></script>
<script type="text/javascript" src="http://maps.google.com/maps?file=api&v=2&key=API_KEY"></script>
<script type="text/javascript" src="jquery.jmapping.js"></script>
<script type="text/javascript" src="jquery.metadata.js"></script>
<script type="text/javascript" src="mapiconmaker.js"></script>
<script type="text/javascript" src="markermanager.js"></script>

Ovviamente sostituisci il parametro API_KEY con la tua API Key. Ora posiziona i seguenti div nella tua pagina web:

<div id="map" style="width:600px;height:400px;"></div>
<div id="map-side-bar">
<div class="map-location" data="{id: 1, point: {lng: 12.49248, lat: 41.89028}, category: 'market'}">
</div></div>

A questo punto richiama jMapping specificando l’ID univoco che in questo caso è “map”:

<script type="text/javascript">
$(document).ready(function(){
  $('#map').jMapping();
});
</script>

Nella pagina usage trovi tutte le opzioni disponibili per configurare opportunamente le tue mappe emawebdesign

Pubblicato in: HTML, JavaScript, jQuery, News, Programmazione, Scripts, Web 2.0 | 6 Commenti »

Facebook fan page: per un blogger quanto sono utili?

Pubblicato il 22/3/2010 alle 19:15

emawebdesign

Ultimamente ho notato (leggendo su qualche social network credo) che diverse persone si fanno domande sulla reale utilità delle Facebook fan page per i blog e quindi per i blogger. Questa domanda me la sono fatta anche io, proprio io, che sono uno di quei pochi blogger a non aver creato la Facebook fan page del proprio blog. Io gestisco diverse fan page per lavoro ed ho creato, ad esempio, la fan page per la mia applicazione Facebook Saputone.

Per il mio blog non ho voluto creare una fan page, ecco, perchè?

Per un motivo ben preciso ovviamente, perchè non ritengo necessaria la Facebook fan page per EmaWebDesign. Ho un account su Facebook, un profilo che porta il mio nome e il mio cognome; tramite il mio account interagisco con amici, parenti, blogger, social-amici ecc. e, ovviamente, diffondo anche i contenuti del mio blog ci mancherebbe non lo facessi emawebdesign

La pagina fan è quindi un qualcosa di superfluo, assolutamente non necessaria, anzi, sarebbe un qualcosa di ripetitivo e quindi noiosa oltretutto. L’aspetto decisivo però, quello che mi ha convinto a non creare la fan page, è la frase “diventa fan di…” una frase che non ritengo opportuna, almeno, non lo è per EmaWebDesign.

EmaWebDesign non è il blog di un top-blogger o di un guru o di uno che vuole passare per un guru/figo; è il blog di un professionista del web che, tramite il suo blog (ripetizione doverosa mi spiace), vuole condividere competenza, esperienza e passione con altri blogger/professionisti dello stesso settore. Quindi non è un blog in cerca di fan, è un blog (il fatto che ripeto la parola blog fino allo sfinimento non è una tattica SEO eh) in cerca di lettori, commentatori, blogger, colleghi, amici, come ti devo chiamare?

EmaWebDesign è un luogo dove condividere, confrontarsi, chiacchierare e creare, niente fan quindi. Al massimo siamo tutti fan di PHP, dell’open source o di WordPress emawebdesign

Se invece parliamo di un prodotto, azienda, applicazione, personaggio famoso (VIP mi pare si dica) e via dicendo, la fan page è la scelta giusta ovviamente, in effetti, a questo serve una fan page con social media ROI annesso. I lettori/clienti sono, quindi, dei veri e propri fan e tutto rientra nella normalità, nell’ovvio. Però esistono blogger talmente popolari, seguiti e apprezzati da poterli ritenere delle vere e proprie celebrità, un esempio è il grande Robin Good; io sono suo fan anche su Facebook, non potrei non esserlo.

Per personaggi di tale spessore il discorso fan è del tutto opportuno; il problema è che esiste la pagina fan di quasi tutti i blog esistenti, si può mai essere fan di qualsiasi blog quindi? Si deve essere fan solo dei blogger amici, di quelli che apprezziamo? Io, i blog che apprezzo, li seguo tramite Feed RSS, non andrei mai sulla pagina fan del blog in questione. Se devo interagire col blogger lo faccio direttamente tramite i commenti sul suo blog. La domanda che voglio farti, quindi, è: se si diventa fan di qualsiasi cosa che senso più hanno le fan page?

Ecco, a questa domanda non so dare una risposta. Se sei un blogger e hai una pagina fan, mi racconti se ti è stata utile in qualche modo? Cosa ne pensi del discorso “diventare fan del blog X“?

Pubblicato in: Blog, News, Social Network, Web 2.0 | 3 Commenti »

I migliori post della settimana #59

Pubblicato il 21/3/2010 alle 12:39

emawebdesign

Di seguito i post più interessanti di questa settimana:

01) Come ho ottenuto 7000 fan su Facebook in 5 giorni

02) TomatoCMS: un CMS su base Zend, jQuery e 960 Grid System

03) Celebrità e web design: come (non) prendere esempio dai siti dei cantanti italiani

04) Internet Explorer 9 in fase di test

05) Come creare dei pennelli luminosi in Photoshop

06) Facebook è la principale fonte di traffico del tuo blog?

07) 10 consigli per ottimizzare i siti web per le ricerche locali

08) Guadagnare Online: Segreti, Consigli E Strategie Su Affiliazioni e PayPerClick

09) I pericoli nascosti di chi lavora nell’Information Technology

10) Come Creare La Tua Pubblicità Overlay Per Una Campagna di Marketing su Youtube

Pubblicato in: Migliori post della settimana | Nessun commento »

Creare siti Flash accessibili: iniziamo ad informarci

Pubblicato il 19/3/2010 alle 17:23

emawebdesign

Realizzare siti Flash accessibili e usabili è un dovere ma non tutti i Flash developers si preoccupano di usabilità e di accessibilità purtroppo. Una cosa molto importante è informarsi, rendersi conto che realizzare siti Flash accessibili e usabili si può, con un pò di impegno e buona volontà si possono fare molte cose emawebdesign

Come ben sai, se ti sei imbattuto in un sito Flash non accessibile e poco usabile la colpa non è della tecnologia ma di chi ha realizzato il sito emawebdesign

Se non l’avete già visto, vi segnalo un video che Adobe mette a disposizione e che illustra gli strumenti per rendere gli oggetti Flash accessibili. Trovate il video a questa pagina: Adobe Flash CS4 Professional accessibility

Tenete d’occhio l’Adobe Accessibility blog (in lingua inglese) ed anche EmaWebDesign poichè, nelle prossime settimane, continueremo a parlare di Flash, SEO e accessibilità.

Se non vuoi perdere neanche un articolo puoi iscriverti al Feed RSS.

Adobe Flash CS4 Professional accessibility

Pubblicato in: Flash, News, Risorse | 5 Commenti »

jQuery Ajax: come effettuare richieste Ajax tramite jQuery

Pubblicato il 15/3/2010 alle 06:00

emawebdesign

Oggi vediamo come effettuare chiamate Ajax utilizzando il famoso framework jQuery. Per prima cosa scarichiamo jQuery dal sito ufficiale e includiamo il file nella nostra pagina web:

<script type="text/javascript" src="jquery.js"></script>

Ora diamo un’occhiata al file PHP al quale faremo la richiesta con Ajax. Il file PHP riceverà un ID integer e ci restituirà una risposta in formato testo, risposta, che visualizzeremo nel div con ID univoco “output“:

<?php
(int)$id = $_GET["id"];
if ($id==1) echo "Chiamata numero 1";
if ($id==2) echo "Chiamata numero 2";
if ($id==3) echo "Chiamata numero 3";
if ($id!=1 && $id!=2 && $id!=3) echo "Parametro non valido!";
?>

Ecco che, con poche righe jQuery, possiamo effettuare la richiesta:

<script type="text/javascript">
$.ajax({
type: "GET",
url: "test.php",
data: "id=1",
success: function(response){
$("#output").html(response);
}
});
</script>

Modificando il valore del parametro id in data, magari inserendo dati in input tramite un form, visualizzeremo il messaggio opportuno a seconda del parametro inviato, in questo caso, un numero intero (1,2 o 3). La risposta testuale fornita dal file PHP è contenuta nel parametro response e la visualizziamo nel div output tramite la riga:

$("#output").html(response);

Questo è un semplice esempio ma, con altrettanta semplicità, potremo realizzare applicazioni complesse senza scrivere un’infinità di righe di codice grazie a un potente framework come jQuery emawebdesign

Pubblicato in: Ajax, HTML, JavaScript, jQuery, News, Programmazione, Scripts | 16 Commenti »