Perchè sei schiavo del tuo smartphone?

 

In un post su Medium mi sono imbattuto nel corto dello studente cinese Xie Chenglin che ha vinto il premio come miglior corto della Central Academy of Fine Arts di Pechino. Non so cosa cazzo sia ma immagino sia un premio di grande valore 😀

Il video (lo trovi alla fine del post) merita di essere visto e ci mostra quanto siamo (anzi, siete 🙂 ) diventati dipendenti dallo smartphone. Il problema non è il dispositivo ovviamente; chi non è schiavo dello smartphone è schiavo della poltrona, del telecomando, della sigaretta o di cose, probabilmente, peggiori.

Perchè sei schiavo del tuo smartphone? Sei in grado di darti una risposta?

La “vita vera” si trova al di fuori di quel piccolo schermo ma, tu, passi l’intera giornata con lo sguardo incollato sul tuo device. Deve esserci per forza un motivo valido per sprecare la propria esistenza tra un bla bla bla su Whatsapp, un video idiota condiviso su Facebook e un imbarazzante selfie likato su Instagram. E su quel motivo che ti invito a riflettere. Su quanto tempo passi, o più probabilmente sprechi, attaccato al tuo amato iPhone (o Android se preferisci).

Anche io, ovviamente, uso lo smartphone ma gli dedico quei pochi minuti della giornata che merita. Non uno di più. Quando non è orario di lavoro, quando sono in giro, il dispositivo è sempre nella tasca in modalità “non rompermi i coglioni”.

Gli smartphone sono fantastici strumenti per un motivo ben preciso: ci permettono di accedere alle informazioni ovunque ci troviamo e in qualsiasi momento. Possono tornarci utili per qualsiasi evenienza. Fai in modo che sia al tuo servizio e non il padrone della tua vita. Se, poi, la tua vita non vale una sega, continua pure a fissare lo schermo e a fare tap tap freneticamente per tutto il giorno. Dont’ worry 😀

NO SPAM. Non fornirò la tua email a terzi e riceverai solo contenuti che ti interessano sugli argomenti che tratto e potrai cancellarti quando vuoi con un link che trovi in tutte le email.