Vendere online è sicuramente una grande sfida e, come tutte le azioni che si compiono online in ottica business, non è certo una cosa che si può improvvisare. Chi ha pensato che, per vendere online, era sufficiente registrare un dominio, pubblicare un sito di e-commerce e “piazzare” qualche bannerino o aprire qualche campagna su AdWords per farsi pubblicità, si è reso conto che l’aumento delle conversioni è un qualcosa di estremamente difficile da realizzare. Difficile ma non impossibile 😉

Un buon piano di web marketing e ottimizzazioni SEO efficaci porteranno indubbiamente visitatori al tuo sito di e-commerce ma questo non porterà neanche un soldo nelle tue tasche se il visitatore non viene “convertito” in una vendita. Se la percentuale di conversion rate del tuo e-commerce è bassa è bene che tu corra subito ai ripari rivedendo o ottimizzando tutto quello che ostacola il processo di vendita nel tuo sito.

Ecco alcuni consigli che voglio darti per aumentare le conversioni:

01) Ottimizza il carrello

Assicurati che la sezione “il tuo carrello” del tuo e-commerce sia ben visibile e che sia sempre presente in tutte le pagine del sito. Il carrello della spesa deve essere facilmente accessibile e deve essere informativo in quanto, il cliente, in ogni momento vuole rendersi conto di quanti articoli ha aggiunto e qual’è la cifra che sta per spendere. Vuole avere il pieno controllo della spesa e bisogna tenerlo costantemente informato su ogni sua azione compiuta sul sito.

02) Ottimizza la “call-to-action”

Ottimizza la call to action, in particolare, preoccupati dell’ottimizzazione dei tasti “aggiungi al carrello” e “vai alla cassa” (o “concludi l’acquisto”). Il messaggio comunicato da questi pulsanti è decisivo ma anche la forma e il colore può portare a diversi risultati a seconda della scelta fatta. Ad esempio, un pulsante di colore blu o verde induce l’utente al click al contrario del rosso che, solitamente, un navigatore web associa a un messaggio d’errore o a un alert.

03) Evita a tutti i costi l’information overload

Avere una home page piena zeppa di informazioni può causare nel visitatore quello che viene definito information overload. Presentare centinaia di categorie, migliaia di prodotti e tante altre cose più o meno utili è una scelta sbagliata. Il “ti mostro tutto e subito” è controproducente, l’utente si trova davanti troppe informazioni e ne rimane “stordito”; non riuscirà a concentrarsi su qualcosa in particolare e potrebbe addirittura decidere di abbandonare il sito. Tieni la home page “pulita” e ordinata, mostra subito il “meglio” che hai da offrire e offri all’utente gli strumenti utili al proseguio della navigazione e alla ricerca di altri prodotti.

04) Semplifica la navigazione

Il sistema di navigazione del tuo e-commerce è importantissimo, deve essere semplice e intuitivo; la navigazione tra categorie-sottocategorie e prodotti non deve essere complessa o dispersiva, predisponi i breadcrumbs affinchè, il visitatore, sappia sempre qual’è stato il percorso che l’ha portato a un determinato prodotto. Predisponi anche un tasto “torna all’home page” presente in tutte le pagine e ben visibile.

05) Dai importanza al campo per la ricerca dei prodotti

Ce l’ha insegnato mister Google in persona 😉 Dai importanza al campo per la ricerca dei prodotti perchè molti (la maggior parte sicuramente) utenti preferiscono ricercare i prodotti con tale strumento piuttosto che navigare utilizzando i menu e i link. Fai in modo che il campo sia abbastanza grande e sia posizionato above the fold, magari nella header del sito.

06) Permetti ai visitatori di personalizzare la loro esperienza sul sito

Tutti i visitatori amano personalizzare qualsiasi cosa, soprattutto il modo con cui interagiscono col sito. Permetti loro di poter decidere quanti prodotti visualizzare negli elenchi, di ordinarli in base a prezzo, disponibilità, data di rilascio e di visualizzare prodotti in base ad una caratteristica precisa.

07) Ottimizza la pagina dei prodotti

Devi cercare di organizzare la pagina di dettaglio del prodotto nel modo più giusto. Tieni più in alto le informazioni più importanti come il nome, la descrizione, il prezzo relegando tutte le altre informazioni (commenti, recensioni ecc.) alla parte inferiore della pagina. Il cliente non deve essere distratto da quello che conta: le informazioni sul prodotto.

08) Parola d’ordine: multimedia!

Hai mai acquistato su un e-commerce che mostra solo una piccola foto, magari anche sfocata, per ogni prodotto? Io mai 😀
I visitatori, per convincersi ad acquistare, vogliono essere sicuri di quello che stanno comprando e non c’è niente di più utile allo scopo di una bella foto, magari più di una, che mostra chiaramente il prodotto permettendo, quasi, al cliente di “toccare con mano”. Anche i video potrebbero risultare davvero utili, quindi, fai in modo di mostrare il prodotto in modo chiaro attraverso elementi multimediali.

09) Mostra chiaramente e subito la disponibilità dei prodotti

E’ frustrante riuscire a trovare il prodotto desiderato ma poi, una volta arrivato alla pagina di dettaglio, rendersi conto che il prodotto non è disponibile: tempo perso! Negli elenchi della ricerca, mostra subito la disponibilità del prodotto in modo che, l’utente, possa subito rendersi conto se può da subito comprare il prodotto o se deve dedicarsi ad individuare un’alternativa.

10) Dai importanza alle varianti di prodotto

Per ogni prodotto è importantissimo mostrare in modo chiaro e intuitivo le possibili varianti. Ad esempio, in un e-commerce che vende maglie, è importante mostrare le taglie e/o i colori disponibili. Il visitatore deve avere la possibilità di rendersi conto di quali varianti sono disponibili e deve poter selezionare la variante in modo semplice e intuitivo. Un utente che vuole acquistare una maglia bianca deve essere sicuro al 100% che la sta comprando bianca (e della taglia giusta ovviamente).

11) Offerte limitate nel tempo e offerte speciali

Per spingere, o quantomeno incoraggiare, l’utente ad acquistare immediatamente il prodotto visionato, puoi creare delle offerte speciali del tipo “acquistando il prodotto uno correlato in regalo”, oppure, “solo per questa settimana il prodotto è a metà prezzo”. Offerte di questo tipo spingeranno l’utente ad acquistare subito per non perdere il vantaggio “temporaneo” dell’offerta in questione. Un’altra possibile soluzione è quella di persuadere all’acquisto indicando in modo chiaro che sono disponibili gli ultimi pezzi e bisogna acquistarli subito prima che le scorte si esauriscano del tutto. Guarda a queste soluzioni anche e soprattutto in ottica fidelizzazione.

12) Ottimizzare la pagina di checkout

La pagina di checkout è molto importante, inutile dirlo. L’utente ha “fatto la spesa” ed ora è alla cassa per concludere l’acquisto. In questa pagina devi centrare l’obiettivo e, a tale scopo, devi ottimizzare il tutto affinchè l’utente non venga “distratto” e venga guidato verso il pulsante “concludi l’acquiesto” o “paga ora”. Elimina da questa pagina qualsiasi elemento, anche le barre di navigazione. L’utente deve visualizzare soltanto il processo di checkout, in modo chiaro ed esauriente. Deve poter leggere, in una sola pagina, tutto quello che gli serve sapere per completare il pagamento: modalità di pagamento, di spedizione, fatturazione ecc. Ancora oggi, molti utenti, sono letteralmente “spaventati” dai pagamenti online a causa delle notizie di truffe che leggono online o consapevoli di essere piuttosto inesperti del web e delle sue dinamiche. Rendi l’esperienza di checkout positiva, veloce e sicura, in questo modo, l’utente si sentirà invogliato ad effettuare acquisti futuri potendo contare su un sistema di checkout semplice e affidabile.

Se anche tu hai esperienza nel settore delle vendite online e del commercio elettronico, puoi darci altri consigli condividendo la tua esperienza tramite i commenti 😉

NO SPAM. Non fornirò la tua email a terzi e riceverai solo contenuti che ti interessano sugli argomenti che tratto e potrai cancellarti quando vuoi con un link che trovi in tutte le email.