facebook

Ultimamente ho notato (leggendo su qualche social network credo) che diverse persone si fanno domande sulla reale utilità delle Facebook fan page per i blog e quindi per i blogger. Questa domanda me la sono fatta anche io, proprio io, che sono uno di quei pochi blogger a non aver creato la Facebook fan page del proprio blog. Io gestisco diverse fan page per lavoro ed ho creato, ad esempio, la fan page per la mia applicazione Facebook Saputone.

Per il mio blog non ho voluto creare una fan page, ecco, perchè?

Per un motivo ben preciso ovviamente, perchè non ritengo necessaria la Facebook fan page per EmaWebDesign. Ho un account su Facebook, un profilo che porta il mio nome e il mio cognome; tramite il mio account interagisco con amici, parenti, blogger, social-amici ecc. e, ovviamente, diffondo anche i contenuti del mio blog ci mancherebbe non lo facessi 😉

La pagina fan è quindi un qualcosa di superfluo, assolutamente non necessaria, anzi, sarebbe un qualcosa di ripetitivo e quindi noiosa oltretutto. L’aspetto decisivo però, quello che mi ha convinto a non creare la fan page, è la frase “diventa fan di…” una frase che non ritengo opportuna, almeno, non lo è per EmaWebDesign.

EmaWebDesign non è il blog di un top-blogger o di un guru o di uno che vuole passare per un guru/figo; è il blog di un professionista del web che, tramite il suo blog (ripetizione doverosa mi spiace), vuole condividere competenza, esperienza e passione con altri blogger/professionisti dello stesso settore. Quindi non è un blog in cerca di fan, è un blog (il fatto che ripeto la parola blog fino allo sfinimento non è una tattica SEO eh) in cerca di lettori, commentatori, blogger, colleghi, amici, come ti devo chiamare?

EmaWebDesign è un luogo dove condividere, confrontarsi, chiacchierare e creare, niente fan quindi. Al massimo siamo tutti fan di PHP, dell’open source o di WordPress 😉

Se invece parliamo di un prodotto, azienda, applicazione, personaggio famoso (VIP mi pare si dica) e via dicendo, la fan page è la scelta giusta ovviamente, in effetti, a questo serve una fan page con social media ROI annesso. I lettori/clienti sono, quindi, dei veri e propri fan e tutto rientra nella normalità, nell’ovvio. Però esistono blogger talmente popolari, seguiti e apprezzati da poterli ritenere delle vere e proprie celebrità, un esempio è il grande Robin Good; io sono suo fan anche su Facebook, non potrei non esserlo.

Per personaggi di tale spessore il discorso fan è del tutto opportuno; il problema è che esiste la pagina fan di quasi tutti i blog esistenti, si può mai essere fan di qualsiasi blog quindi? Si deve essere fan solo dei blogger amici, di quelli che apprezziamo? Io, i blog che apprezzo, li seguo tramite Feed RSS, non andrei mai sulla pagina fan del blog in questione. Se devo interagire col blogger lo faccio direttamente tramite i commenti sul suo blog. La domanda che voglio farti, quindi, è: se si diventa fan di qualsiasi cosa che senso più hanno le fan page?

Ecco, a questa domanda non so dare una risposta. Se sei un blogger e hai una pagina fan, mi racconti se ti è stata utile in qualche modo? Cosa ne pensi del discorso “diventare fan del blog X“?

NO SPAM. Non fornirò la tua email a terzi e riceverai solo contenuti che ti interessano sugli argomenti che tratto e potrai cancellarti quando vuoi con un link che trovi in tutte le email.