Progettare database in modo professionale

Uno dei problemi a cui andiamo incontro quando dobbiamo realizzare una web application (e anche applicazioni desktop ovviamente) è come e dove memorizzare le informazioni che saranno gestite dal nostro software.

La risposta al quesito è: database.

Il database (o anche base dati) è un archivio strutturato in modo da permettere la gestione dei dati (inserimento, aggiornamento, cancellazione, ricerca) da parte di applicazioni.

Ci sono degli aspetti fondamentali da tenere in considerazione sulle informazioni contenute negli archivi:

– tra esse esiste un nesso logico (cioè sono inerenti ad uno stesso argomento)
– sono rappresentate in un formato che ne rende possibile l’interpretazione
– sono di facile consultazione
– sono registrate su supporti in cui è possibile leggere e scrivere anche a distanza di tempo

Un esempio, per realizzare il nostro database, può essere la necessità di dover registrare informazioni sulle squadre di calcio di serie A e sui rispettivi calciatori.

Le informazioni che riguardano le squadre (nome, anno di fondazione, presidente, città) vengono chiamate record e ogni singola informazione del record viene chiamata campo del record.

A questo punto per creare il nostro archivio dobbiamo stabilire:

– Nome dell’archivio, che lo identifica e ci permette di ricordare cosa contiene
– Tracciato record, l’elenco delle informazioni che compongono il record
– Il supporto su cui archiviare i dati
– Le relazioni che esistono tra i dati

Per non perdere la seconda parte di “Progettare database in modo professionale” iscriviti al Feed RSS.

NO SPAM. Non fornirò la tua email a terzi e riceverai solo contenuti che ti interessano sugli argomenti che tratto e potrai cancellarti quando vuoi con un link che trovi in tutte le email.